Menù

Developed in conjunction with Ext-Joom.com

Temperatura del mare

Temperature Europa

Temperature Attuali Europa

Satellite Italia

satellite italia animato

Fulmini Tempo Reale

Webcam

News Letter


VUOI RICEVERE IL TEMPO DELLA TUA CITTA' VIA E-MAIL? ISCRIVITI VELOCEMENTE ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Mappa Visite

Map

Indici

ECCO BREVI SPIEGAZIONI DA USARE COME INTRODUZIONE AGLI INDICI

NAO
La NAO è un pattern di circolazione atmosferica localizzato nell’Oceano Atlantico settentrionale e caratterizzato dalla fluttuazione ciclica della differenza di pressione al livello del mare tra l’Islanda e le Azzorre. quindi è molto utile per comprendere la disposizione delle principali figure bariche,ovvero l’Altapressione delle Azzorre e le depressioni nord-atlantiche(CICLONE D’ISLANDA)

AO
E’ un indice che permette di osservare la forza del Vortice Polare, che regola l’andamento meteorologico durante la stagione invernale nell’emisfero boreale.Esso si contraddistingue dalla fase positiva e negativa.

PNA
E’ un indice volto a stabilire la configurazione barica sul Nord America. Tuttavia ha ripercussioni anche sulle figure bariche che vanno ad instaurarsi nell’Oceano Atlantico e di conseguenza anche sul Mediterraneo.Esso viene diviso in fase positiva e negativa,andando a plasmare il js in uscita dal comparto statunitense.

MJO
Madden Julian Oscillation
Esso rappresenta una fluttuazione o un’onda intrastagionale a livello tropicale,impattando non poco sulla direzione dei venti sia alle quote piu’ elevate che a livello del mare,sull’attivita’ precipitativa e relative termiche superficiali oceaniche(sst),la cui durata e’ di circa 30-60 giorni.

NAM
Il NAM serve a monitorare le anomalie di geopotenziali e le relative termiche alle quote isobariche strato-troposferiche,per delineare l’andamento e la forza del Vortice polare con eventuali fasi di pre-condizionamento positivo o negativo.

STRATOSFERA
Essa rappresenta quello strato atmosferico posto sopra alla troposfera ovvero dove avvengono i vari fenomeni quali le precipitazioni ecc,ed e’ separata da essa dalla tropopausa che varia come altezza dai circa 8 km alle latitudini polari e 20 in prossimita’ della fascia equatoriale.Nelle fasi invernali essa diventa osservata speciale,con un rapporto con la troposfera che in alcuni casi diventa determinante per le sorti meteo-climatiche dell’emisfero boreale,con riflessi sull’andamento del NAM che in condizioni positive e dunque fredde evidenzia,una forte accelerazione zonale,mentre in condizioni calde e dunque negativa abbiamo una frenata della zonalita’ con componente fredda retrograda.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorarne l’esperienza di navigazione e consentire a chi naviga di usufruire dei nostri servizi online e di visualizzare pubblicità in linea con le proprie preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.